Home / Medicina / L’importanza della prevenzione per il piede diabetico

L’importanza della prevenzione per il piede diabetico

Il piede diabetico è una delle conseguenze del diabete.

Come noto, il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di alti valori di glucosio nel sangue.

L’aumento di concentrazione di glucosio (iperglicemia) è determinato da una disfunzione riguardante l’insulina, ormone indispensabile per metabolismo degli zuccheri.

L’iperglicemia si manifesta, difatti, quando il pancreas non produce sufficiente insulina o quando le cellule non ne riconoscono la presenza.

Un valore di glicemia di 200 mg/dl, rilevato in qualsiasi momento della giornata o due ore dopo l’assunzione di un carico di glucosio, indica chiaramente la presenza della malattia.

Le complicanze del diabete

Tra le complicanze cui si può incorrere quando si ha il diabete è menzionabile il piede diabetico, conseguenza del mal funzionamento della circolazione sanguigna e del sistema nervoso periferico

Per quanto concerne la circolazione sanguigna, in caso sia presente la patologia, il restringimento delle arterie determina un minor afflusso di sangue nelle zone periferiche del corpo, tra cui, appunto, il piede.

Ciò comporta la scarsa presenza di ossigeno e un arrivo flebile di sostanze nutritive ai piedi.

In questo modo, ossa e articolazioni diventano molto deboli, il piede tende ad appiattirsi creando nuove superfici di pressione.

La pelle è, così, più soggetta a danni e lesioni. In casi molto gravi si arriva anche al rischio di profonde e pericolose ulcere.

Mentre per quanto riguarda l’apparato nervoso, la conseguenza dell’indebolimento del sistema nervoso periferico consiste in una perdita di sensibilità.

In termini pratici, il soggetto affetto da piede diabetico avrà difficoltà a distinguere ed avvertire dolore.

Come affrontare diligentemente e senza il rischio di complicazioni tale patologia?

Una buona prevenzione è l’antidoto migliore. Buone abitudini costituiscono un’eccellente arma nelle mani di chi soffre di piede diabetico.

Ecco qualche accorgimento che aiuta ad evitare complicazioni spiacevoli.

Poiché la sensibilità al dolore è bassa e la capacità di percepire condizioni di sofferenza è flebile, sarà utile controllare costantemente lo stato del piede verificando la presenza o l’assenza di ferite, di zone arrossate o irritate.
Per la stessa ragione, non bisognerà camminare scalzi nè esporre il piede a fonti di calore forti e dirette che potrebbero provocare ustioni.

Bisognerà lavare i piedi tutti i giorni con acqua tiepida e asciugarli con estrema cura per evitare che rimangano zone umide.

In merito a scarpe e calzini, è opportuno optare per scarpe molto comode, prive possibilmente di aperture, e per calzini di cotone o filo di Scozia poco stretti.

Per le donne amanti del tacco, quest’ultimo non dovrà superare i quattro centimetri d’altezza.

Un ulteriore importante quanto utile accorgimento è l’idratazione della pelle del piede con creme emollienti senza profumo come Dexeryl, crema per il piede diabetico.

Dispositivo medico CE è un prodotto dermoprotettivo senza coloranti e lanolina. L’applicazione della crema aiuta a ridurre il rischio che la pelle secchi, migliora e preserva il benessere cutaneo delle zone in cui viene applicato.

Risulterà opportuno, inoltre, tagliare le unghie con forbicine dalla punta smussata e arrotondarle con una lama di cartone.

La prevenzione costituisce, così, il più efficace quanto semplice antidoto ad una complicanza del diabete come il piede diabetico.

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *