Home / Curiosità / Cellulite cutanea come trattarla

Cellulite cutanea come trattarla

La cellulite è probabilmente il difetto estetico che piú colpisce le donne. Si tratta di un’alterazione del derma che produce la cosiddetta “pelle a buccia d’arancio” localizzata soprattutto negli arti inferiori. L’80 del genere femminile ne soffre e non ci sono distinzioni tra magre e grasse, sportive o non sportive, quelle dal fisico esile o piazzato.

La cellulite è costituita da sacche di grasso che si trovano schiacciate tra le fasce di tessuto, chiamate setti, localizzate sotto l’epidermide. A soffrirne, come detto, è il genere femminile un po’ per dei motivi ormonali un po’ perchè i setti sono diversi nelle donne rispetto agli uomini. I  maschi possiedono fasce più resistenti , posizionate in una formazione incrociata che mantiene il grasso in una posizione diversa.

Come detto il peso corporeo non c’entra nulla nella formazione della panniculopatia, gergo medico per definirla. Ad ogni modo piú adipe localizzato si concentra e piú cellulite si definisce.

Perdere peso a volte puo’ migliorare la situazione, ma, ironia della sorte, può anche peggiorarla. Quando si perdono chili il grasso cala il che significa, teoricamente, che dovresti avere meno cellulite. Tuttavia, la pelle può diventare cedevole il brusco calo e ciò rendere la cellulite più pronunciata.

Le cause della formazione di cellulite non sono ben definite, possiamo parlare di concause. Di sicuro c’entra una predisposizione genetica. I geni aiutano a determinare il modo in cui immagazzini il grasso e quanto è probabile che l’adipe spinga i setti che dovrebbero contenerlo.

Gli ormoni svolgono un ruolo importante anche se non è nota la causa-effetto. Questo è evidente perché la cellulite inizia nella pubertà, i medici pensano che sia coinvolto l’estrogeno.
La cellulite è subdola. Anche gli esperti non sono concordi sui motivi per cui appare all’improvviso. Alcuni dermatologi affermano che la cellulite è dovuta alla cattiva circolazione linfatica che ristagna negli arti bassi e fa fatica a risalire verso il cuore. I vasi capillari e i vasi sanguigni che portano sostanze nutritive alla pelle iniziano quindi a deteriorarsi e a perdere liquido linfatico nelle cellule adipose che vengono inghiottite. Queste cellule grasse si raggruppano, si mescolano con il liquido e si muovono verso la superficie della pelle causando le antiestetiche fossette ed avvallamenti dell’ epidermide.
Trattare la cellulite non è facile ed i rimedi spesso sono poco efficaci. Si può iniziare nel cercare di capire del perchè della sua formazione. Se ci riferiamo ad una cattiva circolazione possiamo migliorarla concentrandoci su attività fisiche che la stimolino. Quindi grandi camminate, nuoto, attività aerobiche in generale. Consigliato anche l’uso delle scarpe basculante con la suola a mezzaluna che mettono in moto i muscoli dei glutei rinforzandoli. Adatte anche a chi passa molto tempo in piedi.

Il problema è che non ci sono molti dati scientifici affidabili dietro ai vari trattamenti come cavitazione estetica e radiofrequenza, molto utilizzati nei centri estetici e che comunque possono risultare invasivi. Le creme anticellulite sono un blando paliativo che possono migliorare la cellulite di giovane formazione mentre la mesoterapia ha piú un effetto di lipolisi su adipe accumulato localmente.

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *