Home / Medicina / Cancro: Cos’è? Come si sviluppa? Possiamo difenderci?

Cancro: Cos’è? Come si sviluppa? Possiamo difenderci?

Il cancro si sviluppa nelle cellule che cambiano in modo anomalo

Tutti i tipi di cancro iniziano nelle cellule. I nostri corpi sono costituiti da più di cento milioni di milioni (100.000.000.000.000) di cellule. Il cancro inizia con cambiamenti in una cellula o in un piccolo gruppo di cellule.

Di solito, abbiamo il numero giusto di ogni tipo di cella. Questo perché le cellule producono segnali per controllare quanto e quanto spesso le cellule si dividono. Se qualcuno di questi segnali è difettoso o mancante, le cellule possono iniziare a crescere e moltiplicarsi troppo e formare un nodulo chiamato tumore. Un tumore primario è dove inizia il cancro.

Alcuni tipi di cancro, chiamato leucemia, partono dalle cellule del sangue. Non formano tumori solidi. Invece, le cellule tumorali si accumulano nel sangue e talvolta nel midollo osseo.

Per iniziare un cancro, alcuni cambiamenti avvengono all’interno dei geni di una cellula o di un gruppo di cellule.

Geni e divisione cellulare

Diversi tipi di cellule nel corpo fanno diversi lavori, ma sono sostanzialmente simili. Hanno tutti un centro di controllo chiamato nucleo. All’interno del nucleo sono cromosomi composti da migliaia di geni. I geni contengono lunghe sequenze di DNA (acido desossiribonucleico), che sono messaggi codificati che indicano alla cellula come comportarsi.

dove i geni sono nelle cellule

Ogni gene è un’istruzione che dice alla cellula di fare qualcosa. Questo potrebbe essere una proteina o un diverso tipo di molecola chiamata RNA. Insieme, proteine ​​e RNA controllano la cellula. Decidono che tipo di cellula sarà, cosa farà, quando dividerà e quando morirà.

Cambiamenti genetici all’interno delle cellule (mutazioni)

Normalmente i geni assicurano che le cellule crescano e si riproducano in modo ordinato e controllato. Si assicurano che tutte le cellule prodotte siano necessarie per mantenere il corpo sano.

A volte un cambiamento avviene nei geni quando una cellula si divide. Questa è una mutazione. Significa che un gene è stato danneggiato, perso o copiato due volte. Le mutazioni possono accadere per caso quando una cellula si sta dividendo. Alcune mutazioni significano che la cellula non comprende più le sue istruzioni e inizia a perdere il controllo. Ci devono essere circa una mezza dozzina di mutazioni diverse prima che una cellula normale si trasformi in una cellula cancerosa.

Mutazioni in particolari geni possono significare che una cellula inizia a produrre troppe proteine ​​che innescano una cellula da dividere. Oppure smette di produrre proteine ​​che normalmente dicono a una cellula di smettere di dividersi. Si possono produrre proteine ​​anomale che funzionano in modo diverso dalla norma.

Alcuni tumori possono diffondersi in altre parti del corpo

l luogo in cui un cancro inizia nel corpo è chiamato il cancro primario o il sito primario. Le cellule del sito primario possono staccarsi e diffondersi ad altre parti del corpo. Queste cellule sfuggite possono quindi crescere e formare altri tumori, noti come tumori secondari o metastasi.

Come il cancro può diffondersi ad altre aree del corpo

Le cellule tumorali possono diffondersi in altre parti del corpo attraverso il flusso sanguigno o il sistema linfatico. Lì possono iniziare a crescere in nuovi tumori.

I tumori sono denominati in base a dove hanno iniziato a svilupparsi. Ad esempio, se hai un tumore all’intestino che si è diffuso al fegato, si chiama cancro intestinale con metastasi o secondarie del fegato. Non è chiamato cancro al fegato. Questo perché le cellule cancerose nel fegato sono in realtà cellule tumorali intestinali. Non sono cellule del fegato che sono diventate cancerose.

un cancro primario e secondario

Per diffondersi, alcune cellule del cancro primario devono staccarsi, viaggiare in un’altra parte del corpo e iniziare a crescere lì. Le cellule tumorali non si attaccano insieme come fanno le cellule normali. Possono anche produrre sostanze che li stimolano a muoversi.

Lo schema seguente mostra un tumore nelle cellule che rivestono una struttura corporea come la parete dell’intestino. Il tumore cresce attraverso lo strato che tiene le cellule in posizione (la membrana basale).

un tumore maligno

Alcune cellule possono staccarsi e andare in piccoli vasi linfatici o vasi sanguigni chiamati capillari nella zona.

Diffusione attraverso la circolazione sanguigna

Quando le cellule tumorali entrano in piccoli vasi sanguigni possono quindi entrare nel flusso sanguigno. Sono  chiamate cellule tumorali circolanti (o CTC).

I ricercatori stanno attualmente valutando l’uso di  cellule tumorali circolanti per diagnosticare il cancro ed evitare la necessità di test come le biopsie . Stanno anche valutando se possano testare  le cellule tumorali circolanti per prevedere quali trattamenti funzioneranno meglio.

Il sangue circolante spazza via le cellule cancerose finché non si bloccano da qualche parte. Di solito rimangono bloccati in un vaso sanguigno molto piccolo come un capillare.

una cellula cancerosa bloccata in un piccolo capillare dei vasi sanguigni

Quindi la cellula cancerogena deve muoversi attraverso la parete del capillare e nel tessuto dell’organo vicino. La cellula può moltiplicarsi per formare un nuovo tumore se le condizioni sono favorevoli alla sua crescita e ha i nutrienti di cui ha bisogno.

come le cellule tumorali entrano nel flusso sanguigno

Questo è un processo piuttosto complicato e la maggior parte delle cellule tumorali non sopravvive. Probabilmente, su molte migliaia di cellule tumorali che raggiungono il flusso sanguigno, solo poche sopravviveranno a formare un cancro secondario.

Alcune cellule tumorali vengono probabilmente uccise dai globuli bianchi nel nostro sistema immunitario. Altre cellule tumorali possono morire perché vengono colpite dal sangue che scorre veloce.

Le cellule tumorali in circolo possono cercare di attaccarsi alle piastrine per formare ammassi per darsi un po ‘di protezione. Le piastrine sono cellule del sangue che aiutano il sangue a coagularsi. Questo può anche aiutare le cellule tumorali a muoversi nei tessuti circostanti.

Diffondere attraverso il sistema linfatico

Il sistema linfatico è una rete di tubi e ghiandole nel corpo che filtra il fluido corporeo e combatte l’infezione. Cattura anche le cellule danneggiate o dannose come le cellule tumorali.

Le cellule tumorali possono entrare nei piccoli vasi linfatici vicini al tumore primario e viaggiare nelle ghiandole linfatiche nelle vicinanze. Nelle ghiandole linfatiche, le cellule tumorali possono essere distrutte, ma alcune possono sopravvivere e crescere fino a formare tumori in uno o più linfonodi. I medici chiamano questo linfonodo diffuso.

micrometastasi

Le micrometastasi sono aree di diffusione del cancro (metastasi) troppo piccole per essere viste. Alcune aree del cancro sono troppo piccole per essere visualizzate su qualsiasi tipo di scansione.

Per alcuni tipi di cancro, gli esami del sangue possono rilevare alcune proteine ​​rilasciate dalle cellule tumorali. Questi possono dare un segno che ci sono metastasi nel corpo che sono troppo piccole per apparire in una scansione. Ma per la maggior parte dei tumori, non esiste un esame del sangue che possa dire se un tumore si è diffuso o meno.

Per la maggior parte dei tumori, i medici possono solo dire se è probabile o meno che un cancro si sia diffuso. I medici basano questo su una serie di fattori:

  • esperienza precedente: i medici raccolgono e pubblicano queste informazioni per aiutarsi a vicenda
  • se ci sono cellule tumorali nei vasi sanguigni nel tumore rimosso durante l’intervento chirurgico – se si trovano cellule tumorali, è più probabile che il cancro si sia diffuso in altre parti del corpo
  • il grado del cancro (quanto sono anormali le cellule) – più alto è il grado, più rapidamente cresce il cancro e più è probabile che le cellule si diffondano
  • se i linfonodi rimossi durante un’operazione contenevano cellule tumorali – se i linfonodi contenevano cellule cancerose ciò dimostra che le cellule tumorali si sono staccate dal cancro originale (ma non c’è modo di sapere se le cellule si sono diffuse in altre aree del corpo )

Questa informazione è importante nel trattamento del cancro. I medici possono offrire trattamenti aggiuntivi, quali chemioterapia, radioterapia, terapia biologica o terapia ormonale se sospettano di micrometastasi. I trattamenti extra possono aumentare le probabilità di curare il cancro.

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *