Home / Curiosità / Il calendario gregoriano

Il calendario gregoriano

Il calendario gregoriano è oggi il calendario civile accettato a livello internazionale ed è anche conosciuto come il calendario occidentale o cristiano.

Il Vaticano, “luogo di nascita” del calendario gregoriano.

12 mesi irregolari

Il calendario gregoriano è il calendario più utilizzato al mondo oggi. È il calendario utilizzato nello standard internazionale per la rappresentazione di date e orari: ISO 8601: 2004 .

È un calendario solare basato su un anno comune di 365 giorni suddiviso in 12 mesi di lunghezze irregolari. 11 mesi hanno 30 o 31 giorni , mentre il secondo mese, febbraio , ha solo 28 giorni durante l’anno comune. Tuttavia, quasi ogni quattro anni è un anno bisestile , quando un giorno supplementare o intercalare viene aggiunto il 29 febbraio , facendo l’anno bisestile nel calendario gregoriano per 366 giorni.

I giorni dell’anno nel calendario gregoriano sono divisi in settimane di 7 giorni e le settimane sono numerate da 1 a 52 o 53. Lo standard internazionale è di iniziare la settimana il lunedì . Tuttavia, diversi paesi, inclusi Stati Uniti e Canada, contano domenica come primo giorno della settimana.

Sostituito il calendario giuliano

Il predecessore del calendario gregoriano, il calendario giuliano , fu sostituito perché era troppo impreciso. Non rifletteva correttamente il tempo effettivo impiegato dalla Terra per orbitare attorno al Sole, noto come anno tropicale .

Riallacciato con il sole

La formula del calendario giuliano per calcolare gli anni bisestili ha prodotto un anno bisestile ogni quattro anni. Questo è troppo spesso e, alla fine, il calendario giuliano era diverso da quello della sincronizzazione con date fisse per eventi astronomici come equinozi e solstizi .

L’ introduzione del calendario gregoriano ha permesso il riallineamento con eventi come l’ equinozio di primavera e il solstizio d’inverno .

Nuova formula dell’anno bisestile

Il calendario gregoriano fu adottato per la prima volta in Italia, Polonia, Portogallo e Spagna nel 1582 e incluse le seguenti modifiche:

  • Nuova formula per calcolare gli anni bisestili :
    1. L’anno è equamente divisibile per 4;
    2. Se l’anno può essere diviso equamente per 100, NON è un anno bisestile, a meno che;
    3. Anche l’anno è divisibile per 400: allora è un anno bisestile.
  • 10 giorni furono abbandonati nell’ottobre del 1582
  • Nuove regole per il calcolo delle date di Pasqua

I paesi protestanti erano scettici

Paesi cattolici, come Spagna, Portogallo e Italia, adottarono rapidamente le riforme del calendario di papa Gregorio per i loro affari civili. Nei paesi protestanti europei, tuttavia, la gente temeva che il nuovo calendario fosse un tentativo da parte della Chiesa cattolica di mettere a tacere il loro movimento. Ci vollero quasi 200 anni prima che l’Inghilterra e le colonie cambiassero quando un atto del Parlamento introdusse il nuovo calendario, facendo avanzare la data dal 2 settembre al 14 settembre 1752 .

Benjamin Franklin ha scritto a proposito del passaggio nel suo almanacco: “… E quale indulgenza è qui, per coloro che amano il loro cuscino a sdraiarsi in pace il secondo di questo mese e non forse sveglio fino al mattino del quattordicesimo. ” ( Citato da Cowan, 29; Irwin, 98 )

I paesi ortodossi seguirono il calendario giuliano ancora di più e le loro chiese nazionali non hanno ancora adottato il calendario di papa Gregorio XIII.

Calendario gregoriano prolettico

Se estendi il calendario gregoriano fino alle date precedenti alla sua introduzione ufficiale nel 1582, si parla del calendario proletivo gregoriano. Lo standard ISO 8601: 2004 richiede che le date precedenti al 1582 siano espresse in questo formato (clausola 4.3.2.1 Il calendario gregoriano)

Qualche calendario è perfetto?

La formula più avanzata dell’anno bisestile rende il calendario gregoriano molto più preciso di quello di Giuliano. Tuttavia, non è perfetto neanche. Rispetto all’anno tropicale, è fuori da un giorno ogni 3236 anni.

Chi ha progettato il calendario?

Anche se il calendario gregoriano prende il nome da Papa Gregorio XIII, è un adattamento di un calendario disegnato da Luigi Lilio (noto anche come Aloysius Lilius), che era un medico italiano, astronomo e filosofo. Nacque intorno al 1510 e morì nel 1576, sei anni prima che il suo calendario fosse presentato ufficialmente.

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *