Home / Medicina / Sindrome dell’ovaio policistico: Cause, sintomi e diagnosi

Sindrome dell’ovaio policistico: Cause, sintomi e diagnosi

Che cos’è la sindrome dell’ovaio policistico

Oggi parleremo della sindrome dell’ovaio policistico. Questa definizione raccoglie in realtà un gruppo di disordini che hanno in comune la capacità di causare nella donna anuvolarietà, cioè mancanza di ovulazione ed aumento degli ormoni androgeni. Questo gruppo eterogeneo di disordini che vanno sotto il nome di sindrome dell’ovaio policistico rappresenta il più comune disturbo ormonale della donna in età riproduttiva.

Quali sono le cause dell’ovaio policistico?

la causa è ancora oggi sconosciuta perché è correlata a molti fattori ormonali e metabolici ciascuno dei quali potrebbe rappresentare sia la causa originaria che uno dei fattori di mantenimento e aggravamento di questa sindrome. Quindi si può supporre che la causa sia un aumento degli ormoni prodotti dall’ovaio o dalle ghiandole surrenali su base genetica così come l’aumento dell’insulina che spesso è presente sempre su base costituzionale o indotta dall’obesità.

Quali sono i sintomi dell’ovaio policistico?

I sintomi della pollicistosi ovarica sono molto variabili e comprendono quelli legati all’aumento degli androgeni e cioè la presenza di acne di pelle grassa, aumento della peluria sul volto della linea alba sull’addome aumento della patria dei glutei e del tronco, la tendenza al sovrappeso con disposizione del grasso prevalentemente a livello del tronco e dell’addome.

La tendenza alla pressione alta al colesterolo alto ed ai trigliceridi alti anch’essi nel sangue e anche al diabete e quelli invece legati alla mancanza di ovulazione cioè disturbi della miss fazione come scomparso della mestruazione cioè amenorrea secondaria oppure forti ritardi della mestruazione sanguinamenti mestruali e al di fuori delle mestruazioni e sterilità questi diversi sintomi possono essere presenti variamente associati e con diversa frequenza per cui si hanno quadri di diversa gravità e frequenza i sintomi compaiono di solito precocemente anche subito dopo il menarca cioè la prima ma situazione nella ragazzina nelle pazienti che presentano variabilmente i sintomi prima descritti.

Come si effettua la diagnosi dell’ovaio policistico

La diagnosi si effettua mediante dosaggi ormonali sul sangue in particolare il dosaggio degli androgeni e dell’insulina mediante l’ecografia dell’apparato genitale interno che permette di valutare l’aspetto la dimensione delle ovaie allo stato attuale non esiste una terapia che guarisca la sindrome dell’ovaio policistico pertanto è necessario di volta in volta scegliere tra le tante strategie terapeutiche quella più adatta a risolvere il problema in base al quadro clinico alle esigenze della paziente.

Ad esempio se esigenze di contraccezione o viceversa cerca la gravidanza sicuramente nelle pazienti con sindrome dell’ovaio policistico e obese con aumento degli ormoni androgeni aumento dell’insulina e blocco dell’ovulazione e il trattamento deve mirare soprattutto alla perdita del peso alla riduzione del peso tramite la dieta e l’attività fisica riduce la resistenza all’insulina e abbassa i livelli di androgeni favorisce l’ovulazione e facilita anche l’azione dei farmaci utilizzati per indurre l’ovulazione nelle donne che cercano la gravidanza

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *