Home / Alimentazione / Farmaci per la celiachia

Farmaci per la celiachia

Ti è stata diagnosticata la celiachia, o ti è stato detto che sei intollerante al glutine. Ti impegni a rimuovere ogni porzione di glutine dalla tua dieta, ma a proposito di prodotti come farmaci da prescrizione o da banco (senza prescrizione)? Dovresti essere preoccupato? Le vere probabilità di ottenere un farmaco che contenga glutine è estremamente ridotta, ma dovresti comunque eliminare tutti i rischi valutando gli ingredienti dei tuoi farmaci.

I farmaci orali sotto forma di compresse e capsule sono una potenziale fonte di contaminazione da glutine. I farmaci sono composti da molti ingredienti, sia all’interno che all’esterno del prodotto. Questi ingredienti, noti anche come eccipienti, includono il componente attivo, gli assorbenti (che assorbono l’acqua per consentire alla compressa di gonfiarsi e disintegrarsi), i protettivi, i leganti, i coloranti, i lubrificanti e gli agenti di carica (che consentono ad alcuni prodotti di dissolversi lentamente viaggiare in tutto il tratto intestinale). Gli eccipienti possono essere sintetici o provenienti da fonti naturali derivate da piante o animali. Gli eccipienti sono considerati inattivi e sicuri per l’uso umano dalla FDA, ma possono essere una fonte potenziale di reazioni indesiderate.

Ricerca nel database per la fonte di ingredienti

Un eccipiente comune è l’amido. Il tipo più comune di amido usato proviene dal mais, tuttavia vengono utilizzate anche le patate, la tapioca e gli amidi derivati ​​dal frumento. Una recente ricerca di farmaci elencati in una banca dati della National Library of Medicine, gestita in collaborazione con il National Institute of Health, ha mostrato che c’erano 8.379 singoli prodotti o forme di dosaggio che contenevano la parola “amido”. “Cercando specificamente la parola mais rivela 6.518 record, la patata rivela 2.934 record, la tapioca rivela 17 record mentre la parola” grano “rivela 11 record . Il totale ammonta a più degli 8.379 record perché molti prodotti hanno più di un amido contenuto nel prodotto. Questo database si chiama Pillbox e può essere consultato qui .

Una seconda base di dati gestita dalla stessa organizzazione governativa elenca un totale di 70.776 registrazioni di farmaci; tuttavia, non tutti i record sono stati categorizzati consentendo una ricerca completa di un farmaco in base ai loro ingredienti. Questo database si chiama DailyMed e può essere consultato qui . Entrambi questi siti sono estremamente utili nel determinare il potenziale di contaminazione da glutine.

Proteggersi dal possibile glutine nelle medicine: cerca l’amido di frumento

Al momento non esiste una legge che imponga ai produttori di droghe di rivelare la fonte di questi eccipienti in alcun registro o database pubblico e dobbiamo fare affidamento sulla chiamata del produttore per ottenere informazioni. Chiunque abbia mai fatto ciò sa quanto sia difficile ottenere informazioni accurate. Alcune compagnie farmaceutiche sono molto aperte con le loro informazioni, mentre altre danno informazioni incomplete o addirittura false. Spesso ti viene detto che l’azienda non utilizza alcun glutine nella fabbricazione del prodotto, ma non garantisce che sia senza glutine.

Come consumatore, come ti proteggi quando cerchi di ottenere informazioni sullo stato del glutine di un farmaco quando le informazioni che ricevi sono incomplete o discutibili? Osservando gli eccipienti, è possibile ottenere un quadro abbastanza chiaro del potenziale di contaminazione. Come accennato in precedenza, la fonte più probabile di contaminazione da glutine verrà dall’amido. È altamente improbabile che qualsiasi eccipiente diverso dall’amido conterrà una quantità misurabile di glutine. Quando l’eccipiente elencato per il prodotto contiene la singola parola “amido”, può provenire da qualsiasi fonte di amido. A differenza dell’industria alimentare, dove l’amido puro deve essere derivato dal mais, questo non si applica all’industria farmaceutica.

Un secondo tipo di amido è l’amido pre-gelatinizzato. Questo è principalmente derivato dal mais, ma può essere derivato da qualsiasi fonte. Un terzo tipo di amido è l’amido di sodio glicolato. Questo è principalmente derivato dalla patata, ma a volte è derivato dal mais. Come l’amido pre-gelatinizzato, l’amido di sodio glicolato può essere derivato da qualsiasi fonte di amido. Spesso, gli ingredienti sono effettivamente elencati come amido di mais, il che rende facile identificare la fonte. Infine, vi è la rara occasione in cui si vedono le terribili parole “amido di frumento”. Usando i due siti Web FDA menzionati sopra, è possibile trovare frequentemente la fonte dell’amido.

Utilizzando le informazioni fornite sopra, puoi prendere una decisione istruita per prendere quel prodotto o cercare un sostituto. Se ti viene detto dalla compagnia che usano il glutine nel loro prodotto, chiedi loro di rivelare quale sia la fonte del glutine. Se ti dicono che usano l’amido di frumento, naturalmente eviterai di usare il prodotto. Se ti dicono che è derivato da una fonte di grano, è probabile che si riferiscano a uno degli alcoli di zucchero, noti anche come polioli. Si tratta di zuccheri altamente trasformati che non contengono glutine di grano e pertanto non possono causare una reazione. Esempi di questi alcol di zucchero sono mannitolo, sorbitolo, sorbitano, maltitolo, xilitolo, lattitolo, eritritolo e idrolizzati di amido idrogenato. Un altro ingrediente travisato è il frumento maltodestrano o il maltodestrano.

Rischio di contaminazione incrociata nella produzione

Una compagnia farmaceutica potrebbe dirti che non garantirà che il loro prodotto sia privo di glutine a causa del potenziale di contaminazione incrociata nel loro impianto di produzione. Anche se questa è una possibilità, sarebbe estremamente improbabile che si verificasse a causa del livello di controllo della qualità dell’aria che gli stabilimenti di produzione devono avere in atto per la FDA per consentire la produzione di farmaci nella loro struttura.

Olmesartan e sintomi simili alla malattia celiaca

Benicar, noto anche con il nome generico di olmesartan, può causare enteropatie simili ai celiaci. Il farmaco in sé non contiene glutine, ma le persone possono soffrire di gravi sintomi gastrointestinali dall’assunzione del farmaco, quindi sarebbe meglio evitare questo farmaco.

Con tutto ciò considerato, le reali possibilità di ottenere un farmaco che contenga il glutine sono estremamente piccole, ma come protettore della tua salute, dovresti eliminare tutti i rischi valutando gli ingredienti dei tuoi farmaci.

– Steve Plogsted, Pharm.D., BCNSP, CNSC Nutrition Support Pharmacist, Nationwide Children’s Hospital, professore associato di Farmacia, Ohio Northern University College of Pharmacy

Il Dr. Steve Plogsted gestisce un  sito Web  che fornisce informazioni sui farmaci senza glutine. Tuttavia, questo sito è solo a scopo informativo e potrebbe contenere inesattezze. Il Dr. Plogsted consiglia che “Tutte le persone dovrebbero interpretare le informazioni con cautela e dovrebbero consultare un medico quando necessario”.

 

Scritto da Antonio Di Feo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *